Un piccolo scontro

Confronto tra Regolo (sinistra) e Fiorrancino (destra). Fonte: https://helpourwildlife.com

Un piccolo scontro, di Luca Giussani

È il pomeriggio del 7 febbraio. È una bella giornata, il tempo è sereno ed un tiepido sole risveglia molti uccelli del bosco vicino casa, dando loro un anticipo di primavera. Cinciallegre e Cinciarelle in canto, approfittano ancora dell’abbondanza di cibo in mangiatoia, mentre molte Passere d’Italia consumano un lauto pasto con i semi di girasole lasciati cadere in terra dalle prime. Il pettirosso, al suo solito, detta le regole con il suo caratterino, tant’è che le cince aspettano che se ne vada prima di approfittarne.

Regolo visibilmente tramortito dopo lo scontro con la vetrata della finestra

All’improvviso la mia attenzione vene attratta da un rumore sordo alla finestra. Ancor prima di controllare, so già cosa possa essere stato. Un uccello che, a causa del riflesso del sole sul vetro della finestra, ha sbagliato traiettoria di volo di qualche metro.

Questi episodi di scontro contro vetrate sono purtroppo fatali a molti uccelli ogni anno. Fortunatamente questo piccolo uccelletto, dopo qualche minuto di stordimento con occhietto socchiuso e becco aperto, si riprende. A quel punto lo tengo sul palmo della mia mano in attesa che riparta verso il giardino, ma chissà, forse incuriosito, decide di farsi prima un voletto in casa. Finalmente, dopo aver effettivamente appurato l’assenza di danni ad ali e zampe, spalancate le finestre, prende il volo e riassapora nuovamente la libertà.

Chissà quale specie sarà?!?! Un Passero? Una cincia? Un pettirosso?

No! È un REGOLO!

Dopo essersi ripreso, rimane qualche minuto sul palmo della mia mano, riscaldato dal sole.

Il Regolo (Regulus regulus) è un piccolo passeriforme dell’ordine dei Regulidi, uno dei più piccoli e minuti uccelli europei con i suoi soli 9 cm ed un peso di circa 6 gr.

L’habitat tipico è costituito da peccete, boschi misti di faggio e abete rosso e alle quote più elevate di lariceti radi. Lo si può facilmente trovare anche in parchi urbani ove siano presenti grandi conifere, dove lo si può scorgere tra i rami in un continuo e irrefrenabile movimento, alla ricerca di piccoli insetti di cui cibarsi.

Il piumaggio è nel complesso verde oliva, tendente al grigiastro sul collo e al color paglierino nelle parti inferiori, mentre le ali presentano delle bande bianche piuttosto evidenti. Alla sommità del capo presenta un’evidente striscia colorata bordata di nero, gialla nelle femmine (come questa) e arancione nei maschi.

Si distingue dall’altro comune regulide delle nostre zone, il Fiorrancino, che a differenza del Regolo, presente una marcato sopracciglio bianco, una bordatura nera più ampia della striscia apicale e zona delle redini nera.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*