Anche piccoli sono belli! L’Erophila verna

Anche piccoli sono belli! L’Erophila verna – di Vincenzo di Michele.

Spesso quando facciamo una passeggiata o un’escursione in natura ci saltano all’occhio i bei fiori colorati che tappezzano prati e sottoboschi della nostra provincia: tutti conoscono la pratolina, il dente di leone, la viola o il ranuncolo, per non parlare delle fioritura degli alberi come ciliegi o meli selvatici (che colorano di bianco i bassi pendii delle nostre montagne) o, più avanti, i lunghi racemi color panna delle robinie.

L’osservatore attento, tuttavia, rivolge il suo sguardo non solo alle cose vistose e appariscenti, ma anche agli abitanti più piccoli che sempre sfuggono all’occhio della gente.

E’ il caso ad esempio di Erophila verna, una minuta pianticella dai fiorellini bianchi che tappezza le zone marginali o gli incolti aridi nel periodo da febbraio ad aprile. Questa specie appartiene alla famiglia delle Brassicaceae (la stessa dei broccoli e dei cavoli) e a seconda della sottospecie può crescere fino a 15 cm, ma di solito è molto più bassa.

E’ una pianta annuale (anche detta terofita), caratteristica tipica delle specie ruderali; osservando le foglioline della rosetta con una buona lente di ingrandimento è possibile vedere peli stellati o semplici e, dopo la fioritura, i piccoli frutti verdi (silique) glabri, eretti e dalla forma ellittica o oblanceolata; tutti questi sono caratteri utili per determinare con accuratezza la sottospecie (di cui ne esistono tre in Italia). Nelle fotografie è ritratta E. verna subsp. praecox, segnalata come specie commestibile officinale.

L’etimologia del nome Erophila deriva dall’unione di due parole greche “éar” e “philos“, rispettivamente “primavera” e “amante” o “affine per”, mentre “verna” deriva dal latino (vernalis) e significa anch’essa primaverile (praecox sta ad indicare “precoce”).

Quindi, occhi aguzzi e macchina fotografica alla mano, non si sa mai qualche piccola meraviglia di passa di fianco senza neppure notarla!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*