Una vita… Effimera!

Una vita… Effimera! di Vincenzo di Michele.

Gli Effemerotteri, come ci suggerisce il nome, sono insetti che hanno una vita molto breve (da adulti) e nella maggior parte dei casi limitata a poche ore (con rare eccezioni che arrivano a poche settimane). Questa particolare condizione “effimera” è dovuta allo sviluppo, durante l’ultima/penultima muta, di un apparato boccale atrofizzato che impedisce all’animale di nutrirsi, portandolo a morire letteralmente di fame.

Gli adulti, quindi, una volta sfarfallati hanno l’unico scopo di volare in cerca di un partner, riprodursi e morire grazie all’energia accumulata durante le fasi preimmaginali. È possibile osservarli in estate vicino ai corsi d’acqua, riuniti in sciami o in pochi individui durante le “danze nuziali”. Gran parte della vita dell’insetto si svolge sott’acqua (anche per diversi anni), sotto forma di larva e ninfa le quali, nutrendosi di alghe e vegetali vari, assumono il ruolo di “erbivori” del fiume.

Questi insetti sono, perciò, alla base della catena alimentare e sostengono un’intera comunità di animali che dipendo, più o meno direttamente, da essi come uccelli, pesci, larve di insetti ecc.; molte specie sono anche importanti bioindicatori ambientali poiché, vivendo solo in acque non inquinate, con la loro presenza ed abbondanza ci indicano indirettamente quale sia la qualità del fiume. Sia le larve sia gli adulti possono essere confusi con altri tipi di insetti che conducono una vita simile, come ad esempio i Plecotteri e i . A differenza di questi ultimi, un effemerottero è caratterizzato da corpo snello, colore smorto, brevi antenne, ali posteriori meno sviluppate di quelle anteriori (entrambe membranose glabre e trasparenti), due lunghi cerci e, a volte, possiedono anche un filo terminale centrale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*