Animal Trip, viaggi nella natura incontaminata

Foto di Andrea Barghi, tratta da Animal Trip

A bordo di un gommone, con in testa le parole di Melville e del suo Moby Dick, in mezzo all’Oceano Atlantico per avvistare cetacei; ascoltare l’ululato primordiale del lupo e trovare le sue tracce sull’Appennino Abruzzese; scoprire una Sicilia poco turistica tra le lagune della Riserva Naturale di Vendicari, osservando fenicotteri, martin pescatori e tartarughe allo stato selvatico;  sulle rotte degli ultimi bisonti d’Europa nella foresta di Bialowieza, nel cuore della Polonia rurale, tra avvistamenti di cicogne e alberi secolari … cosa hanno in comune tutte queste esperienze?

Sono solo alcuni dei diari di viaggio, racconti e interviste raccolti in Animal Trip, blog di viaggi nella natura che prende le mosse da Varese (è un progetto ideato e sostenuto dall’associazione varesina di promozione sociale Black & Blue) e che estende il suo sguardo su tutti i luoghi di interesse naturalistico, con l’intento di offrire spunti, informazioni utili, confronto di esperienze sugli itinerari nella natura più incontaminata:

Siamo viaggiatori. Siamo camminatori. Amiamo il silenzio, la natura in ogni sua forma, ma soprattutto gli animali, liberi e fieri nei loro habitat. Crediamo che la loro libertà sia la nostra. Quando la fatica del cammino e la fortuna ce lo consentono, li osserviamo, li fotografiamo, timidamente, senza avvicinarci troppo, senza disturbarli in nessun modo. E questo è il nostro blog!

Come poteva non piacerci?!

Foto di Luca Prospero, tratta da Animal Trip

Per dare un’idea, riportiamo qualche diario di viaggio tratto dal blog: leggete, andate avanti e immergetevi nella natura!

Diari – Alla ricerca dei meravigliosi, sfuggenti lupi del Grande Nord. di Andrea “Goaskim” Barghi

[…] Per circa 24 anni mi sono recato almeno due- tre volte all’anno nella penisola scandinava. Girovagavo per mesi, tra Norvegia, Svezia e Finlandia.
 In uno di questi vagabondaggi conobbi un nativo norvegese che mi indicò alcuni luoghi dove potevo riprendere lupi e orsi in totale libertà… certo non sarebbe stato facile, ma avrei avuto qualche possibilità. Il periodo migliore poteva essere maggio-giugno o settembre, optai per giugno. […].

Una mattina di pioggia torrenziale, finalmente, lo vedemmo: un lupo che…

Foto di Andrea Barghi, tratta da Animal Trip

Diari – Capitano Achab sto arrivando! Una sommelier tra i Capodogli delle Azzorre. di Eleonora Martinelli

[…] Il gommone ci portò a parecchi chilometri dalla costa, in un punto a metà fra l’isola di Fajal e quella di Pico, un luogo dove vivono svariati esemplari di Cachalotes in maniera stabile: si tratta di mamme coi loro piccoli che a differenza dei maschi adulti non sono solite intraprendere le grandi rotte migratorie e risultano abbastanza stanziali, almeno nel periodo della gravidanza e nei primi anni della maternità.

[…] Poi è arrivato. L’urlo della nostra guida è arrivato: “SPERMWHALEEE!!!”. Ed ecco che tutti ci siamo girati di scatto di qui, di lì, di là, ma dove?, dov’è?! E l’ho visto. Il mio primo, pazzesco, sboffo di capodoglio…

Foto di Eleonora Martinelli, tratta da Animal Trip

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*